Installare il controllo accessi

Tecnologie in un impianto di controllo accessi o delle presenze

Adalberto Malinconi
17 marzo 2018 Sistemi di sicurezza
La realizzazione di un sistema di controllo accessi può essere pensata come un modo per evitare di dare le chiavi di accesso o apertura delle porte ai dipendenti/personale e di permettere alle stesse persone ingressi solo in determinati luoghi e solamente in certi momenti, inoltre si ha uno storico di tutti gli accessi varcati.

Sul posto di lavoro e in altri settori, avere informazioni precise che permettono di garantire un serrato controllo accessi è fondamentale, così come è fondamentale che solo alcune persone autorizzate entrino in settori, luoghi, stanze ed ambienti a ingresso limitato, questo per garantire la massima sicurezza relativa ai dati e quindi per tutelare la privacy di quanti regolarmente accedono a tali aree particolari, è necessario che il controllo accessi venga effettuato in modo da assicurare riservatezza e rispetto dei dati sensibili.

Per questo motivo, come richiesto dalle moderne normative, i sistemi di controllo accessi oggi fanno uso di tecnologie moderne, sicure e affidabili, come la Radio Frequency Identification (RFID), il controllo accessi a mezzo di RFID permette alle persone di muoversi liberamente, negli ambienti per i quali esse sono autorizzate, semplicemente utilizzando delle smart card o dei tag contactless in grado di comunicare con un lettore. Quando la lettura avviene in modo corretto, ossia il lettore riconosce le informazioni inviate dal tag, esso permette l’ingresso e l’uscita dall’area ad accesso limitato.

La particolarità di queste tecnologie per il controllo degli accessi è che esse garantiscono il rispetto totale della privacy dei possessori dei badge per avere la certezza di utilizzare tecnologie altamente funzionali nel settore del controllo degli accessi, è fondamentale rivolgersi ad aziende Professionali e qualificate nel settore.